La Storia Il Privilegio Sabatino Origine dello Scapolare Che cosa è lo scapolare
La Storia...

La Regina del Cielo, apparendo tutta raggiante di luce, il 16 luglio 1251, al vecchio generale dell' Ordine Carmelitano, Simone Stock( il quale l'aveva pregata di dare un privilegio ai Carmelitani), porgendogli uno Scapolare detto comunemente " ABITINO " così gli parlò: ~ Prendi figlio mio dilettissimo, questo Scapolare del tuo Ordine, segno distintivo della mia Confraternita, privilegio a te e a tutti i Carmelitani . CHI MORIRA' RIVESTITO DI QUESTO ABITO NON SOFFRIRA' IL FUOCO ETERNO, questo è un segno di salute, di salvezza nei pericoli , di alleanza di pace e di patto sempiterno~ . Detto questo la Vergine scomparve in un profumo di cielo, lasciando nelle mani di Simone il pegno della Sua Prima << GRANDE PROMESSA>>. La Madonna , dunque con la Sua rivelazione, ha voluto dire che chiunque indosserà e porterà per sempre l' Abitino, non solo sarà salvato eternamente ma sarà anche difeso in vita dai pericoli. Non bisogna credere minimamente però che la Madonna , con la Sua grande promessa voglia ingenerare nell' uomo l' intenzione di assicurarsi il Paradiso, continuando più tranquillamente a peccare, o forse la speranza di salvarsi anche privo di meriti , ma piuttosto che in forza della Sua Promessa, Ella si adopera in maniera efficace per la conversione del peccatore , che porta con fede e devozione " l' Abitino " fino in punto di morte .
torna all'inizio

Il Privilegio Sabatino


Il Privilegio Sabatino, è una seconda Promessa (è riguarda l ' Abitino) che la Madonna fece in una Sua apparizione, ai primi del 1300, al Pontefice Giovanni XXII, al quale, comandò di confermare in terra, il Privilegio ottenuto da Lei in Cielo dal Suo diletto Figlio. Questo grande Privilegio, offre la possibilità di entrare in paradiso, il primo sabato dopo la morte. Ciò vuol dire che coloro che otterranno questo privilegio, staranno in Purgatorio, massimo una settimana, e se avranno la fortuna di morire di sabato la Madonna li porterà subito in Paradiso . Non bisogna confondere la Grande Promessa della Madonna con il Privilegio Sabatino.
1- Nella Grande Promessa, fatta a S. Simone Stock, non sono richieste nè preghiere, nè astinenze, ma basta portare con fede e devozione giorno e notte indosso, fino al punto di morte la divisa carmelitana, (l' Abitino), per essere aiutati e guidati in vita dalla Madonna e per fare una buona morte, o meglio per non patire il fuoco dell'inferno.
2- Per quanto riguarda il Privilegio Sabatino, che riduce ad una settimana, la sosta nel Purgatorio, la Madonna chiede che oltre a portare l'Abitino si facciano anche preghiere e alcuni sacrifici in Suo onore. Condizioni volute dalla Madonna per ottenere il Privilegio Sabatino:
1) Portare giorno e notte indosso " l'Abitino " come prima Grande Promessa .
2) Essere iscritti nei registri di una confraternita Carmelitana ed essere , quindi , confratelli Carmelitani .
3) Osservare la castità secondo il proprio stato.
4) Recitare ogni giorno le ore canoniche. Chi non osserva la recita delle suddette preghiere o l'astinenza dalle carni non commette alcun peccato; subito dopo la morte, potrà entrare in Paradiso per altri meriti, ma non godrà del Privilegio Sabatino .

torna all'inizio




Origine dello Scapolare
Nel Medioevo molti cristiani volevano legarsi agli Ordini religiosi allora fondati: Francescani, Domenicani, Agostiniani, Carmelitani. Servi di Maria Sorse un laicato associato ad essi per mezzo delle Confraternite. Gli ordini religiosi provvidero a dare ai laici un segno di affiliazione e di partecipazione al loro spirito e apostolato. Questo segno era costituito da una parte significativa dell'abito: cappa, cordone, scapolare. Tra i Carmelitani si stabilì lo Scapolare, in forma ridotta, come espressione d'appartenenza all'ordine e di condivisione della sua devozione mariana. Ormai lo Scapolare della Vergine del Carmine è un segno approvato dalla chiesa e proposto dall' Ordine Carmelitano come manifestazione dell'amore di Maria per noi e come espressione di fiducia filiale da parte nostra in Lei, di cui vogliamo imitare la vita.
torna all'inizio

Che cosa è lo scapolare
Lo " Scapolare " in origine era un grembiule che i monaci indossavano sopra l'abito religioso durante il lavoro manuale. Col tempo assunse il significato simbolico del voler portare la croce di ogni giorno, come i veri seguaci di Gesù. In alcuni ordini religiosi , quale il Carmelo, divenne segno della decisione di vivere la vita come servi di Cristo e di Maria. Lo Scapolare simboleggiò il vincolo speciale dei carmelitani a Maria, Madre del Signore , esprimendo la fiducia nella sua materna protezione e il desiderio di seguire il suo esempio di donazione a Cristo e agli altri. Si è così trasformato in un segno Mariano per eccellenza. * Lo Scapolare , segno mariano * Lo Scapolare affonda le sue radici nella lunga storia dell' Ordine, dove rappresenta l'impegno di seguire Cristo come Maria , modello perfetto di tutti i discepoli di Cristo . Questo impegno ha la sua logica origine nel battesimo che ci trasforma in figli di Dio ed è sostenuto dalla fiducia nella materna protezione di Maria. La Vergine ci insegna .... a vivere aperti a Dio e alla sua volontà, manifestata negli avvenimenti della vita; ad ascoltare la voce (parola) di Dio nella Bibbia e nella vita, mettendo poi in pratica le esigenze di questa voce; a pregare fedelmente sentendo Dio presente in tutti gli avvenimenti; a vivere vicini ai nostri fratelli ed essere solidali con essi nelle loro necessità. Lo Scapolare introduce nella fraternità del Carmelo, cioè in una grande comunità di religiosi e religiose che, nati in Terra Santa, sono presenti nella chiesa da più di otto secoli. Impegna a vivere l'ideale di questa famiglia religiosa, che è l'amicizia intima con Dio attraverso l'orazione. Pone dinanzi l'esempio dei Santi e delle Sante del Carmelo con cui si stabilisce una relazione familiare di fratelli e sorelle. Esprime la fede nell' incontro con Dio nella vita eterna per l'intercessione di Maria e la sua protezione.
torna all'inizio